Massa Marittima: la Cattedrale di San Cerbone con le sue volte affrescate, la Madonna delle Grazie di Duccio, piazza Garibaldi, la Maestà di Ambrogio Lorenzetti, la torre del Candeliere con l’arco e il Cassero senese

TENUTA DI VALMORA

Massa Marittima

Piccolo gioiello di architettura e arte medievale, Massa Marittima fu ricca cittadina grazie alle coltivazioni minerarie di rame e di argento, con cui batteva la propria moneta, il grosso. “Libero comune” nel 1225, legata prima a Pisa e poi sotto Siena, offre al visitatore la splendida piazza con la Cattedrale dedicata al santo patrono, Cerbone, la Madonna di Duccio di Boninsegna, l’Arca di Goro di Gregorio.

Nei musei civici è presente la collezione etrusca dell’abitato del lago dell’Accesa, la Maestà dipinta da Ambrogio Lorenzetti, le opere di Giovanni Pisano. Il Cassero senese e la Torre del Candeliere sono un esempio mirabile dell’architettura difensiva del Trecento.

Nei dintorni, l’arte etrusca a:

Lago dell’Accesa

Populonia e Baratti

Vetulonia

Roselle

TENUTA DI VALMORA

Siena

Siena è uno scrigno di bellezza.
Il centro storico medievale è uno dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO.
La città nasce con gli Etruschi, prende il suo simbolo, la lupa, dai Romani, ma è durante il Medioevo che raggiunge la sua massima potenza e il suo splendore.

Il Duomo, Piazza del Campo, la Torre del Mangia, Santa Maria della Scala sono alcuni dei luoghi magici della città, che insieme al suo patrimonio artistico e alle antiche tradizioni, a partire dal Palio, ne fanno davvero un luogo unico al mondo.

Piazza del Campo con il Palazzo Pubblico e la Torre del Mangia, il Palio, il Duomo

Tra Massa Marittima e Siena:

Abbazia di San Galgano

San Gimignano

Volterra

Monteriggioni